lunedì 9 febbraio 2009

Rocco Lombardi

Rocco Lombardi: "Ho disegnato negli anni dell'infanzia fino alle scuole medie anche se non era la mia passione principale. Leggevo comunque molti fumetti e non ho subito capito che c'era qualcuno che li disegnava, non capivo da dove potessero uscire quelle immagini! Non perdevo occasione per accompagnare con illustrazioni quello che scrivevo, o anche nei libri commentavo con immagini paragrafi, capitoli, titoli. Non coltivavo il disegno né pensavo di dover migliorare pensando di saperlo fare abbastanza, che dolori negli anni a venire! Di fumetti veri e propri ne ho fatti pochi e non ne ho più memoria né traccia, mentre ho conservato un quaderno di epica in cui mi appassionò molto illustrare i canti della Divina Commedia. Ero uno di quei bambini a cui piaceva l'horror e i particolari macabri e sfornavo molti disegni di questo tono, la passione per il fumetto si è consolidata più tardi quando abbandonai gli esperimenti di chimica, la costruzione di circuiti elettronici e il pallone per correre in strada con lo skate e a vergare i muri con i primi graffiti.
Non riesco a fare paralleli tra i primi disegni e quello che faccio ora considerando anche che cambio facilmente stile e tecnica con esiti spesso diversissimi. Restano un po' affini certe tematiche nel gusto punk delle copertine e delle poche storie per Lamette".

disegni Divina Commedia (12 anni):














Campana, tav. 8/9 (2008)


L'odore del salmastro, tav.5 (2008)

7 commenti:

Luc ha detto...

bello !!! er a già un grande a 12 anni !!

giustina ha detto...

horror da e per sempre, complimenti!

Maurizio Ercole ha detto...

Grandissimo Rocco! Questi disegni sono bellissimi!

rocco lombardi ha detto...

Grazie Luciano,
grazie Giustina,
Grazie Maurizio,
Grazie Marta!

ViValdo ha detto...

grande Rocco! un saluto

Anonimo ha detto...

Un abbraccio da chi ha vissuto la strada con te, mon ami. Vedo per la prima volta questa tavole della tua fanciullezza. Pretenderò quanto prima di poter dare uno sguardo agli originali. Nei nostri cuori, sempre e solo 21esima.

Condor

rocco lombardi ha detto...

e grazie Andrea!