mercoledì 24 agosto 2011

Eleonora Antonioni

Eleonora Antonioni: "Ciao, mi chiamo Eleonora, sono nata nel 1983, sono figlia unica e ho guardato tanta tv. Detto ciò penso di aver detto il necessario per comprendere quali possano essere state le mie influenze da poppante, poco più che poppante e anche oggi in età adulta.
Il primo gruppo di disegni risale agli anni della scuola materna, quelli selezionati credo di averli fatti tra i 4 e i 6 anni. Tra i temi più ricorrenti c’è la mitica Lady Lovely (ero appassionatissima), principesse varie, Biancaneve, gli Orsetti del Cuore e anche David Gnomo (che vi risparmio, ma ci tengo a farvelo sapere!)".


 Biancaneve e l'ananas avvelenato


 La bionda spagnola


 La principessa nerd ha vinto il suo principe


 Lady Lovely


 Lady Lovely 1


 Lady Lovely 2


Orsetti del cuore


"Il gruppo di disegni successivo risale alla seconda e terza media (1995-1997). Quelli furono gli anni più creativi della mia vita, sfortunatamente. Le mie influenze erano assolutamente uno strano incrocio tra Sailor Moon e Ranma".


 Angels 1

"Angels è un fumetto di 50 pagine fatto un po’ alla cazzo di cane che parla di un angelo che scende sulla terra per cercare un angelo “addormentato” ossia un umano che in realtà è un angelo ma ancora non lo sa. L’avevo realizzato durante i pomeriggi della seconda media (con ovvie conseguenze sui miei risultati scolastici), ogni giorno portavo in classe le nuove pagine per farle leggere alle mie amiche che erano diventate superfansss! Finita l’opera ho realizzato la “raccolta” dei vari capitoletti in un libro fatto incollando le pagine tra di loro".


 Il profumo delle rose 1 



Il profumo delle rose 2


"L’odore delle rose invece l’ho fatto durante le vacanze, non ricordo se alla fine della seconda o della terza media mentre ero alla casa al mare della mia amica Giulia che aspettava con impazienza di leggere le nuove pagine. Su questo sono stata molto più precisa rispetto a Angels: mentre in quello avevo ripassato le matite in modo anarchico mischiando pezzi fatti a tratto-pen nero, blu e pezzi lasciati a matita, questo è coerentemente ripassato interamente a penna nera.
Durante le scuole medie realizzavo insieme alla mia amica Emanuela anche un fumetto a episodi che pubblicavamo sul giornalino della nostra classe (che però veniva distribuito in tutta la scuola, per non dire in tutto Monteverde vecchio, eh!) che parlava di un gruppo di ragazzi a Stonehenge, ‘na roba assurda senza né capo né coda, ma ne andavamo molto fiere.
Mi ha fatto sorridere molto rivedere i disegni dell’asilo! Sono molto sorpresa dai vestiti delle principesse, della “fedeltà” (ero pur sempre all’asilo) con la quale riproducevo quelli delle lady lovely, rivelano un gusto per la moda che credo sia rimasto anche nei miei disegni attuali".


Laundrette 2006



Marie Antoinette 2010

1 commento:

Tekeros ha detto...

Qlxchange Ha detto: interessante